L’Istituto Luce “salva” un video sul Lago di Capena…”Puzzo”, volubile, imprevedibile!

di FRANCO MARCO TAMANTI

La storia del lago, o dei laghi di Capena è molto articolata: citerò delle fonti storiche, per ricostruirne la “trama”:
G. Ponzi::– Sulla erezione solforosa avvenuta nei giorni 28, 29, 30 ottobre del 1856.
Sotto il paese di Leprignano nella contrada denominata Lago Puzzo” così illustra l’accaduto”– il 28 ottobre, un’ora prima che annottasse, i contadini che lavoravano nei dintorni del Lago Puzzo, intesero forti scosse di terremoto accompagnate da rombi sotterranei, come di scariche d’artiglieria, nel mentre che un tratto di superfice gradatuamente sprofondavasi.
Spaventati fuggirono, ma fatta poca strada, crescendo il fracasso, si voltarono e videro quel tratto di superfice saltare in aria, mista ad acqua e denso fumo nero.
La mattina seguente tornati sul posto, trovavano una voragine di circa 100 metri di diametro, dalle pareti tagliate a picco, ripiena d’acqua, dalla quale svolgevasi con violenza,una grande quantità di gas acido-solfidrico.
I rombi sempre discrescendo, durarono il 29 e 30 di ottobre.
IL Lago puzzo — forse nominato così dalla fantasia popolare — che aveva una profondità di 25 mt. circa,”venne–G. Folgheraiter: “la Geofisica dei pressi di Roma” — coll’andare del tempo, a riempirsi quasi completamente di terra, specialmente per le piene del fosso chiamato Festola ” Gramiccia”.
Quale causa aveva generato questo laghetto misterioso? Si trattava d’un fenomeno vulcanico, come asseriva il Ponzi?

Lago Corriere dei Piccoli

Poi, la natura doveva ripetere il FENOMENO sbalorditivo ( quello del secondo lago)

l secondo lago di Leprignano–
Nei primi giorni dell’aprile del 1895– P. Moderni:( il nuovo lago e gli avvallamenti di suolo nei dintorni di Leprigano)
…. avveniva nelle vicinanze di Leprignano, lo sprofondamenti inprovviso di una zona di terreno,e conseguente formazione di un lago; A distanza soltanto di 39 anni, la regione Capenate mostrava nuovamente i segni della sua vitalità, rinnovando un prodigio che aveva già incuriosito profani e studiosi.
Attilio Brunialti, racconta l’accaduto nell’ “illustrazione Italiana” del 2 Giugno 1895.
……Fù la sera del sabato santo–egli scrive– alcuni agricoltori stavano lavorando per la semina del grano turco presso al Rio, quando i buoi annusando il terreno ( beata sensibilità delle bestie) cominciavano a dare segno di forte agitazione, e si diedero alla fuga. I contadini dicon d’aver sentito tremare il terreno, e parecchie piccole detonazioni succedersi a distanza. Continuamo la narrazzione con le parole del Moderni.
La mattina seguente, la gente accorsa nelle vicinanze trovò che un tratto di superfice di forma irregolare circolare, avente una media di 260 metri di diametro si era staccata ed abbassata, producento un avvallamento ce nel punto più depresso misurava una profondità di metri 19,50, entro il quale si rovesciava il torrente gramiccia il cui letto per circa 300 metri di lunghezza èra stato travolto nella rovina. Un mese dopo il lago si presentava come una conca irregolare circolare.
Questo secondo lago, era situato nella zona denominate Quarto del lago” e più precisamente , nella contrada chiamata Fontana Cioccia”

Nei pressi corrono le collinette del Castellaccio e di fronte si levano le due gibbosità del Monte Perazzetto. Ecco la storia del secondo Lago di Leprignano.
La foto del secondo lago purtroppo, in mancanza delle macchine fotografiche in quell’època” il giornalista che venne al paese per creare questa storia per il giornale 2 IL CORRIERE ” si portò un disegnatore, ècco come si presentava il lago nella sua (foto)!
fine della seconda parte….e non è finita quì!!!!!

secondo lago

La stranezza del terzo Lago:

Stranezza perche è tornato dove èra il primo, in una tranquillità campestre ma di una irrequietezza che non ha mai FINE.
La mia gioia sarebbe quella che sia almeno l’ULTIMO Lago, oggi potrebbe creare delle difficoltà , quello che prima èra una gioia vedere, oggi potrebbe èssere una tremenda storia per un giornale.
Parliamo di uno sprofondamento di un terreno di un’area che può benissimo superare i 50.000- 60.000 mq…… DOVE?….. Quando?… Perche è successo?….
Nel 1895 non cera il movimento urbano che c’è oggi!!
Nel 2013 le persone si muovono, le coppiette si appartano, si fanno merende nelle calme campagne paesane,si fanno passeggiate……………..Improvvisamente una voragine craterica–dal Conti V.–
…Ecco nuovamente che si agita, che sussulta in boati tenebrosi….ecco che s’ingrandisce, le sue rive precipitano, e la terra scompare sotto le acque fatte brunastre e schiumose.
I boati si riperquotono nella campagna silenziosa, si direbbe che un mostro demente si agiti follemente in quel sottosuolo prodigioso–urtando con il corpo le pareti terrose– e ne sconvolga gli strati, e urli, eurli pazzamente in una furia infernale.
Le acque si risollevano, come spinte da una forza gigantesca. E salgono tra un ammasso confuso di fango e di sassi giganti, che fischiano nell’aria, e ricadono nella campagna quieta e impaurita.
Era il 30 Gennaio del 1930, i fenomeni si sono manifestati improvvisi e preoccupanti, bisogna placare l’ira folle del mostro terrestre che regna nelle caverne del sottosuolo,e proprizziarlo con doni e preghiere, come facevano gli
antichi Capenati di qui traevano gli Auspici dal Lago di Feronia.
Anche allora quello specchio d’acqua, in apparenza tranquilla, sussultava violentamente per la forza interna, e i Sacerdoti Capenati sapevano leggere in quegli avvenimenti soprannaturali, i moniti per le loro imprese guerresche.
Immaginiamo oggi………. La terra è scomparsa sotto le acque.

IL PRODIGIO SI E VERIFICATO NUOVAMENTE!!!!!!!!!!!!

Ragazze di Capena in riva al Lago Puzzo, da notare le note "trasgressive"...per l'epoca..pantaloni e sigarette!

Ragazze di Capena in riva al Lago Puzzo, da notare le note “trasgressive”…per l’epoca..pantaloni e sigarette!

Bambini capenati che nuotano nel Lago Puzzo, con dei guardiani particolari..! sembra il Gange con le vacche sacre!

Bambini capenati che nuotano nel Lago Puzzo, con dei guardiani particolari..! sembra il Gange con le vacche sacre!

LAST MINUTE (27/02/2013) Eccezionale video dell’Istituto Luce.

2 pensieri su “L’Istituto Luce “salva” un video sul Lago di Capena…”Puzzo”, volubile, imprevedibile!

  1. video spettacolare, anche se solo di qualche attimo,la scena, i personaggi, danno nel video,una reale fantascenza,
    dove prima non c’era che terra, ora d’improvviso…… ecco uno splendito lago, non pare un sogno??

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...