Fiano Romano: richiesta danni all’Acea per acqua troppo dura

calcare

COORDINAMENTO COMITATI CIVICI FIANO ROMANO:

RICHIESTA DI RISARCIMENTO DANNI PER DISSERVIZIO IDRICO vs ACEA

 Vi illustriamo la procedura dell’azione stragiudiziale per la richiesta di risarcimento danni da presentare alla Società ACEA e le relative spese legali. Con tale azione si richiede il risarcimento del danno esistenziale conseguente dal disservizio idrico e dalla pessima qualità dell’acqua. Per tale richiesta non occorre presentare alcun documento comprovante il danno da risarcire, che bisogna invece allegare alla richiesta di risarcimento se si vuole chiedere anche il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di un addolcitore o depuratore domestico, o per la riparazione della caldaia, lavatrice ecc. danneggiate dalla eccessiva durezza dell’acqua (94°F). Per aderire all’azione di richiesta risarcimento danni occorre conferire un mandato scritto (individuale) al rappresentante legale. L’azione, come detto, è stragiudiziale e mira ad una conciliazione fra l’utente e la Società ACEA per la quantificazione del danno da risarcire. Nel caso in cui l’ACEA non dovesse accettare tale tavolo di concilizione, respingendo la richiesta di risarcimento danni, ci si può appellare al giudice di Pace. Tale appello è a facoltà dell’utente interessato. Il preventivo di spesa presentatoci dalla Federconsumatori non è stato preso in considerazione poichè è risultato più alto di quello che adesso vi andremo a rappresentare. Quello della Federconsumatori prevedeva (singolarmente) : 30,00 euro per la tessera di iscrizione; 20,00 euro per il primo passaggio riguardante il tavolo di conciliazione; 500,00 euro per la eventuale fase successiva riguardante un’eventuale appello davanti al Giudice di Pace. Il secondo preventivo offertoci dallo Studio legale di fiducia della nostra Consigliera Iwona Radomska (presso il quale collabora in qualità di consulente finanziaria) prevede invece per il passaggio del tavolo di conciliazione una spesa individuale di 30,00 euro ; per l’eventuale appello davanti al Giudice di Pace una spesa individuale  di 500,00 euro, di cui 120,00 in acconto. Se il numero dei ricorrenti non è inferiore ai 25, la spesa ha un abbattimento del 50% (250,00 euro di cui 120,00 in acconto). Se il numero degli aderenti al ricorso è almeno di 50, la spesa scende ad  euro 120,00.

I soci del Comitato ed i cittadini che intendono partecipare a tale azione  di richiesta  risarcimento danni, debbono comunicare il proprio nome e cognome, il proprio recapito telefonico, il proprio indirizzo di posta elettronica a :         50gatta@libero.it         oppure   allo  0765/480678 (Antonio)  entro e non oltre il 15 Aprile 2013. Gli interessati verranno ricontattati per le modalità di partecipazione.

 3 Aprile 2013

   COORDINAMENTO COMITATI CIVICI FIANO ROMANO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...