L’Allegro Rondò Tiberino

rotatoria1

Pare che la prima rotatoria stradale della storia, sia stata concepita dagli antichi romani,trattasi di quella realizzata di fronte alle famose  Terme di Diocleziano, nella capitale dell’Impero. Ancora oggi esiste, corrisponde a Piazza della Repubblica, meglio  conosciuta come Piazza Esedra, amplissima. Le rotatorie, soltanto dopo secoli e secoli, sono state replicate  dapprima in Inghilterra (roundabout) e poi Francia (rondeau). Da qualche decennio si stanno diffondendo in tutta Europa, ed anche in Italia ne fioriscono oramai come funghi.

Sulla Via Tiberina negli ultimi mesi, ne sono spuntate di varie, tra l’altro hanno dei costi notevoli di messa in opera, soldoni che vengono presi dalle nostre tasse o tasche come si suol dire, Il motivo per le quali vengono costruite? Da studi universalmente accettati e riscontrati, l’eliminazione di un classico “incrocio”  con o senza semaforo sostituendolo con un bel “rondò”, riduce drasticamente il rischio di incidenti stradali, a volte mortali. E’ per la sicurezza di tutti quindi il motivo principale per il quale vengono costruite, sicurezza di  chi percorre le strade con mezzi privati o pubblici. Basterebbe questo tra i molteplici altri  fattori ad indurci a deprecare ciò che avviene purtroppo su una di queste rotonde, come  la Grande Rotonda di Ponte Storto, comune di Castelnuovo di Porto, ora diventato snodo cruciale, visto l’intersecarsi con il nuovo casello dell’autostrada A1. Questo rondò è notoriamente e  quotidianamente usato oramai come vetrina per il mercimonio più antico del mondo. Lasciando da parte il moralismo o il perbenismo, il fattore di sicurezza è anche qui costantemente  messo a  rischio dalla “distrazione” del guidatore provocata dalle “merci”   impunemente ed illegalmente esposte, (anche se la legge, risibile  regola solo  l’uso di un vestiario “consono” ma non limita di più).

Niente di nuovo sotto a questo cielo, direte, ma  gli anitchi Romani almeno erano più ordinati in tutto, le rotatorie venivano  usate  per il motivo ispiratore, cioè per  non fare “scontrare” i carri e le bighe,  ed all’epoca il traffico in città era notevolissimo come se non più di adesso. Vi  erano altri luoghi come  i lupanari  deputati a fare invece “incontrare”, l’offerta e la domanda di un certo tipo di commercio, che evidentemente in 2000 e fischia anni, nessun semaforo ha  mai fermato, ma in altri Stati è stato per lo meno  regolato, che ci piaccia a no.

Chi di dovere agisca, anche a livello legislativo; non si bendi gli occhi di fronte a tutto ciò, gli impatti derivanti dalla prostituzione “open air” sono molteplici, (ecologici, sanitari, mafie) etc, ho voluto qui rimarcare solo uno degli aspetti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...