Ma S.Antonio di chi è? E’ ancora una chiesa oppure no?

santantonio

Spunta una delibera dal sito del Comune, una concessione ad una associazione culturale non di Capena. Ma senza entrare per ora, nel merito, ma questa benedetta chiesa del ‘700, è ancora una chiesa consacrata, oppure no? Eppure il Vescovo nel 2005 (D.Zadi) vi fece un rito “consacratorio” dopo i lavori di restaturo effettuati dal Comune.

Uno altro mistero capenate…

Comune di Capena

(Provincia di Roma)

 

CONVENZIONE

tra

Il Comune di Capena in persona del Sindaco Dott.ssa Antonella Bernardoni

e

l’Associazione “Scintilla” con sede legale nel Teatro comunale “Aldo Fabrizi”

di Morlupo (Roma) in persona del suo legale rappresentante

il Presidente Ercole Ammiraglia nato a Roma il 30 dicembre 1975

e residente in Via Cesare Battisti, 6 – 00067 Morlupo (Roma)

                 PREMESSO

– che il Comune di Capena dispone della ex chiesa “Sant’Antonio” sita in Via IV Novembre, 20 che dagli anni ‘50, non è più adibita al culto, in forza del contratto di comodato Rep. 1285/02;

–        che ai sensi dell’art. 5 del citato contratto di comodato, tale concessione a terzi è stata autorizzata dal comodante;

–        che nel passato è stato avviato e, quindi, attuato dal Comune di Capena un importante intervento di restauro che ha consentito il ripristino della struttura per fini artistici e culturali;

–        che la stessa ha una capienza massima di 99 posti a sedere;

–        che la ex chiesa “Sant’Antonio”, in ossequio al vincolo di destinazione imposto dal contratto di comodato, sarà utilizzata esclusivamente per lo svolgimento di attività culturali;

–        che la realizzazione di spettacoli, l’arricchimento con nuove iniziative culturali, eventuali scambi con compagnie teatrali, l’assunzione di contatti con centri, strutture e singole personalità del mondo dell’arte e della cultura ecc. comporta energie e professionalità che questo Ente non ha a disposizione e pertanto si ritiene opportuno affidare siffatti compiti a organizzazioni culturali e artistiche specializzate del territorio;

–        che l’Amministrazione Comunale intende concedere, tramite convezione, l’uso della ex chiesa “Sant’Antonio” al concessionario che, nel tempo, ha espresso una parte consistente della propria attività culturale e artistica in maniera particolarmente legata al territorio;

–        che il concessionario ha espresso la propria disponibilità a fornire il suo apporto individuando la figura del Direttore Artistico della ex chiesa “Sant’Antonio” nella persona dell’attore, regista e autore Ercole Ammiraglia, per realizzarvi un Centro di promozione culturale e artistica.

Tutto ciò premesso, convengono e stipulano quanto segue:

Art. 1

Le premesse formano parte integrante del presente atto e si intendono integralmente trascritte nel presente articolo.

Art. 2

Mediante la presente convenzione il Comune di Capena e il concessionario, intendono disciplinare e coordinare i rispettivi interventi e apporti volti a rendere possibile la valorizzazione della ex chiesa “Sant’Antonio” sita in Via IV Novembre, 20 sotto la Direzione Artistica dell’attore, regista e autore Ercole Ammiraglia.

Art. 3

Il Comune di Capena concede al concessionario, l’uso della ex chiesa “Sant’Antonio”, per realizzarvi un Centro di promozione culturale e artistica.

Il Comune di Capena si riserva l’utilizzo dell’immobile per almeno un giorno a settimana ed un week end mensile che saranno concordati con il concessionario, anche al fine di garantirne l’utilizzo in caso di richiesta della Parrocchia S. Michele Arcangelo.

Art. 4

Il Concessionario s’impegna a provvedere alla promozione culturale e artistica della ex chiesa “Sant’Antonio”. S’impegna ad assumere tutte le iniziative che riterrà più opportune per migliorare la fruizione dello spazio, per arricchirlo con corsi, laboratori, eventi; stabilirà i contatti con le istituzioni, i centri, le personalità del mondo dell’arte e della cultura, organizzerà spettacoli, proiezioni, incontri, dibattiti, esposizioni temporanee, incontri musicali, conferenze, presentazione di libri, ecc.; stipulerà a suo nome contratti, intese e accordi.

Il programma di ogni iniziativa dovrà essere preventivamente concordato con l’Amministrazione e dovrà essere comunque conforme alla destinazione d’uso del luogo ove l’evento si svolge.

Art. 5

 

Nel caso la struttura richieda la temporanea chiusura totale o parziale, il concessionario non potrà accampare pretese alcune verso il Comune.

Analogamente nel caso in cui, a causa di sopravvenuti obblighi di legge, la struttura divenga inidonea agli usi previsti, la concessione potrà essere revocata senza obbligo di indennizzo alcuno nei confronti del concessionario.

Il concessionario si obbliga:

a) ad assicurare l’uso diligente dei beni di cui all’art. 2 della presente convenzione da parte del proprio personale e dei terzi autorizzati, onde evitare danni di qualsiasi genere;

b) a tenere comunque sollevato ed indenne il Comune da ogni e qualsiasi responsabilità che dovesse derivare a persone o cose a causa delle attività svolte all’interno della struttura o in relazione alle stesse, la cui responsabilità non sia risalente esclusivamente all’amministrazione comunale.

Il concessionario non potrà sub-concedere in tutto o in parte, con o senza corrispettivo, quanto forma oggetto della presente convenzione, senza formale autorizzazione del Comune.

Non potranno altresì essere apportate innovazioni o modificazioni nello stato dei locali, senza specifica autorizzazione del Comune

Art. 6

L’Amministrazione comunale assume a carico del proprio bilancio comunale le seguenti spese

– manutenzione straordinaria

– assicurazione RCT/O.

Le spese di funzionamento e di gestione sono a carico del concessionario.

Le spese di luce, acqua, riscaldamento, qualora non frazionabili, per l’impossibilità di installare contatori autonomi, saranno determinate in modo forfettario.

Le spese di manutenzione ordinaria ai sensi degli articoli 1576 e 1621 del c.c. sono a carico del concessionario.

 

Art. 7

Il concessionario avvierà corsi, laboratori e programmerà eventi. Eventuali iniziative proposte dall’Amministrazione Comunale o da terzi, debitamente autorizzati dalla stessa, dovranno essere concordate preventivamente con il Direttore Artistico Ercole Ammiraglia al fine di evitare la sovrapposizione delle manifestazioni.

Art. 8

Al fine di assicurare la pubblica fruizione della ex chiesa “Sant’Antonio”, sarà prevista apposita programmazione culturale e artistica degli eventi per i quali sia il Comune di Capena che il concessionario, ricercheranno i mezzi per finanziare le iniziative e assumeranno i relativi impegni finanziari.

Art. 9

Il concessionario presenterà all’Amministrazione Comunale di Capena il rendiconto artistico/culturale della ex chiesa “Sant’Antonio” una volta l’anno.

Art. 10

Nello svolgimento delle attività nella ex chiesa “Sant’Antonio” e precisamente di quelle riguardanti i compiti di accoglienza e informazioni al pubblico, attività didattiche, distribuzione, ecc. è in facoltà del concessionario avvalersi dell’ausilio di collaboratori. In ogni caso alcun onere di spesa, vincolo o responsabilità potranno ricadere in capo al Comune di Capena da atti, comportamenti o attività posti in essere da collaboratori del concessionario.

Art. 11

La convenzione sarà valida dalla data di sottoscrizione e avrà una durata di cinque anni ma ciascuna parte potrà recedere l’accordo, qualora le clausole non saranno adempiute dall’altra parte con un preavviso di almeno tre mesi.

L’Amministrazione si riserva la facoltà di recedere per sopravvenuti motivi oggettivi di interesse pubblico riscontrabili dalle parti, ma senza, comunque, compromettere il regolare svolgimento della programmazione annuale avviata, ovvero fino al 30 giugno.

Art. 12

Il concessionario, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, informerà la comunità di Capena delle varie iniziative attraverso il portale internet:  “www.metateatro.it”, il periodico d’informazione culturale cartaceo “Extra Urbe” e l’affissione di manifesti, locandine e volantini.

Capena, ___________________

Associazione “Scintilla”

Il Presidente

Direttore Ercole Ammiraglia

Comune di Capena

Il Sindaco

Dottoressa Antonella Bernardoni

Annunci