Il Fattore “P” contro il voto di scambio

no voto di scambio

Ha suscitato molte polemiche un “annuncio fuori ordinanza” per dei fantomatici posti di lavoro, a pochi mesi dalle elezioni. Speriamo si rientri presto nei limiti accettabili per lo svolgimento di una campagna elettorale, sì tesa e dibattuta, ma su incentrata su  progetti, idee, per cambiare passo.

Un intervento, comunicato,  dal sito Fbook del Fattore P Partecipa

“La politica non è un ufficio di collocamento bensì deve operare nella logica di creare i presupposti per il lavoro, non può essere il “collocatore”. Tra tanti “mali” che il nostro paese ha, quello di mischiare politica e offerta di lavoro è il più meschino in quanto gioca con le difficoltà che il nostro tempo ci mette davanti e lega in un rapporto clientelare votato e votante che va avanti ormai da troppo tempo, trasforma la competizione politica non più come confronto di idee per un determinato territorio ma come lotta tra “potenti” o presunti tali e legittima l’affarismo. Se si vuole liberare Capena bisogna spezzare questo legame tra politica e “te dò lavoro” altrimenti si è servi. “

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...